Recensione #86 – SYS (La società degli splendenti) di Martina Schiavo [Review party]

SYS – La società degli splendenti è un romanzo scritto da Martina Schiavo. È il primo volume di una trilogia dedicata alla lotta contro la mafia.

Luna, la migliore amica di Lara, torna a Palermo dopo anni e le dà una terribile notizia: Adriano Mersiglia è uscito di carcere. Il passato della studentessa riemerge prepotente, sconvolgendo tutti gli equilibri. La corazza che aveva costruito si è sgretolata in un solo attimo e si vede costretta ad abbandonare la parvenza di normalità che aveva conquistato a fatica. In città arriva anche Christian, che sa già quello che è successo. La SYS torna quindi operativa.

Lara Silicia è una ragazza dal carattere ribelle e dal forte senso di giustizia. È una persona altruista, determinata e coraggiosa. Ha partecipato a diverse manifestazioni antimafia e si è sempre sentita chiusa in gabbia a causa dell’atteggiamento apprensivo della madre, che non ha mai visto di buon occhio la missione della figlia. C’è un motivo che spinge la donna a opprimerla.
Nonostante la mancanza di supporto dei genitori nel corso degli anni, ha sempre potuto contare sulla sorella maggiore, Emily, sui nonni e sugli amici, in particolare Luna e Christian. Lei è comprensiva con Lara e non giudica le persone, lui invece è dolce e protettivo.
Frequenta l’università di Lettere nella sua città natale. Utilizza il sarcasmo per difendersi.
Adriano Mersiglia è il figlio di un boss mafioso, che ha cercato di liberarsi dall’ombra del padre e di farsi accettare da Lara. È più grande di lei e ha degli occhi molto espressivi.

Il romanzo è ambientato a Palermo, una città con due facce: una affascinante e ricca di monumenti, l’altra degradata. Il mare fa da cornice.

Sys – La società degli splendenti è un romance molto particolare. Parla di un amore doloroso, a metà tra il passato e il presente. È anche una storia di amicizia, di segreti e bugie, di rimorsi, di perdita e di dolore.
Denuncia l’atteggiamento indifferente dei cittadini, che hanno paura di ribellarsi alla mafia, e il maschilismo che ancora dilaga nella società moderna (dire “femmina” in maniera dispregiativa).
Invita il lettore a perdonare i propri errori e a non chiudere il cuore per i sensi di colpa, ma anche a non stare con le mani in mano, osservare in silenzio i malavitosi distruggere la brava gente.
Malgrado il fulcro sia l’amore, c’è spazio pure per l’amicizia, un sentimento che resiste al tempo e alla distanza. Infatti Lara non è sola. Questo aspetto del libro è un punto a suo favore.
Fa capire che bisognerebbe andare contro i pregiudizi, andare oltre e non fermarsi alla superficie. È un passo importante per evitare ulteriori sofferenze.
Non è sbagliato pensare prima al bene degli altri e poi al proprio, tuttavia alcune battaglie non andrebbero mai affrontate senza accanto le persone care.
La trama, l’ambientazione e i messaggi positivi che l’opera trasmette sono i suoi principali aspetti positivi.

In definitiva, SYS – La società degli splendenti è un romanzo dalla trama originale. La narrazione è scorrevole, soprattutto grazie ai capitoli brevi. Vi sono molti flashback, che non annoiano e che permettono di conoscere meglio le vicende legate al passato del gruppo. I personaggi sono caratterizzati abbastanza bene, anche se l’attenzione è rivolta soprattutto agli avvenimenti. I dialoghi sono fluidi e le descrizioni suggestive.
Consigliato a chi cerca un romance differente.

Voto: ⭐⭐⭐⭐+/5

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...