Recensione #69 – L’inferno spiegato male di Francesco Muzzopappa [Review party]

Titolo: L’inferno spiegato male
Autore: Francesco Muzzopappa (storia), Daw (disegni)
Editore : De Agostini
Formato: ebook e cartaceo
Data di uscita: 27 aprile 2021
Trama: Dante avrebbe voluto andarsene in vacanza a Lanzarote, ma Virgilio fa carte false per trascinarlo… all’Inferno. Un posto bellissimo, con le fiamme come nei concerti metal! E dove si va sempre in discesa, come sugli acquascivoli… Quando si ritrova circondato da rocce, lamenti e urla che neanche a un concerto di Ariana Grande, Dante capisce di essere proprio sfortunato. Vatti a fidare degli amici! Dopo aver affrontato fiumi vorticosi, dannati tormentati da orrendi supplizi e diavoli dagli occhi di brace, alla fine di ogni cerchio, girone o bolgia lo aspetta un bivio. Quale strada porta all’uscita? Quella di mattoni gialli con un cartello che indica “OZ”. Qualcosa non va! Meno male che per ogni dubbio si può chiedere a Specchietto, perché Specchietto sa sempre tutto… La Divina Commedia è disseminata di ostacoli e livelli da superare, proprio come un gioco! Un approccio inedito e ingaggiante per scoprire tutto quello che dovreste sapere sul capolavoro dantesco, canto dopo canto, con istruttivi e originali box di approfondimento su personaggi, meccanismi e struttura dell’opera. Pieno zeppo di scoppiettanti trovate, enigmi e prove da risolvere, un libro-game imperdibile che vi catturerà con l’umorismo di un grande maestro e le vignette del popolarissimo DAW di “A” come ignoranza.

L’inferno spiegato male è un libro-game divertente, originale e moderno.
A dispetto del titolo, il viaggio di Dante e Virgilio nell’Inferno viene raccontato, seppur con ironia e con elementi dell’epoca moderna, in modo accurato e istruttivo.
I protagonisti incontrano innumerevoli anime (no, non stiamo parlando di cartoni animati giapponesi!), fino al livello finale con il Boss, proprio come nei migliori videogiochi d’avventura o RPG.
In ogni Cerchio i dannati sono soggetti alla legge del contrappasso: la punizione che subiscono assomiglia alla loro colpa. Dante infatti ha voluto infliggere le pene più severe a coloro che in vita non hanno tenuto una condotta corretta, in particolare chi ha utilizzato la religione per arricchirsi invece di aiutare i poveri.
I Canti del Vate vengono accompagnati da storie alternative (ad esempio, Dante e Virgilio che si sposano o che finiscono nel mondo di Oz), giochi tipici delle enigmistica e tutorial assurdi. Il lettore può persino scegliere un naso nuovo da assegnare al Sommo Poeta!
Ci sono anche approfondimenti chiari e spassosi sui personaggi, forniti dagli specchietti che sanno tutto, al pari di Virgilio, e riferimenti “nerd” per gli amanti del fantasy e delle serie TV.
In questo libro troviamo Dante in una veste inedita (no, non quella che indossa!) È sarcastico e autoironico, potrebbe diventare un influencer, se solo nel 1300 esistesse internet.
In definitiva, L’inferno spiegato male è un libro-game sagace, esilarante ed educativo che invoglia i ragazzi a studiare la letteratura italiana e gli adulti a rinfrescarsi la memoria. I testi sono arricchiti dalle bellissime illustrazioni di Daw.
Consigliato a tutti gli studenti che desiderano fare bella figura con i prof. o a chi cerca una lettura per trascorrere qualche ora piacevole, tra una risata e un insegnamento.

[Link per l’acquisto dell’ebook su Amazon]

[Link per l’acquisto del cartaceo su Amazon]

(Fonte trama e immagine: Amazon)

Ringrazio De Agostini per avermi fornito la copia cartacea del libro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...