Recensione 62 – My Capricorn friend di Otsuichi e Masaru Miyokawa

My Capricorn friend è un manga scritto da Otsuichi e disegnato Masaru Miyokawa. In Italia è stato pubblicato da Jpop.

Una notte, Yuya Matsuda si imbatte nel suo coetaneo Naoto Wakatsuki, che ha appena commesso un omicidio.

Naoto Wakatsuki, vittima di inumani atti di bullismo, per l’esasperazione finisce per uccidere il suo aguzzino. Sentendosi in colpa per aver sempre assistito ai suoi maltrattamenti senza muovere un dito, Yuya decide di scappare insieme al ragazzo, ma una scioccante verità li attende alla fine della loro fuga, insieme a un futuro davvero straziante…

Yuya Matsuda frequenta il primo anno delle superiori ed è un tipo che non si fa coinvolgere dai problemi degli altri; preferisce starsene in disparte, a guardare, per non essere preso di mira a sua volta.
La sua casa si trova in mezzo a un invisibile crocevia di venti e sul suo balcone finiscono anche gli oggetti più strani. Questa peculiarità incuriosisce Nozomi Honjo, una compagna di classe molto diligente.
Soltanto quando incontra Wakatsuki, che ammette di aver ucciso Akira Kaneshiro, inizia a riflettere sul proprio atteggiamento passivo e a sentirsi in colpa. Si rivela intelligente, riflessivo e
sensibile.

Anche Naoto Wakatsuki è al primo anno ed è la vittima sacrificale, il capro espiatorio. Viene maltrattato da Kaneshiro, un ragazzo più grande e senza scrupoli. Gli obbedisce perché ha paura di lui.
Wakatsuki si considera debole e pensa che gli altri se ne approfittino.
È del segno del Capricorno e per questo si interessa alle capre.

I due instaurano uno strano legame di amicizia durante la fuga e scoprono di avere addirittura degli interessi comuni.
Si divertono a Tokyo, ma imparano anche a capirsi, ad aiutarsi e soprattutto a migliorarsi come persone.

My Capricorn friend è un manga crudo e ricco di suspense, che permette al lettore di rimanere incollato alle pagine per scoprire la verità.

Affronta tematiche importanti, quali gli atti di bullismo, l’omertà, la bassa autostima e la vendetta.

Spesso sono gli stessi adulti ad assolvere gli adolescenti, che vengono lasciati impuniti anche di fronte a soprusi o atteggiamenti distruttivi, per se stessi e per gli altri. Se non hanno una guida, finiscono per fare del male o cercare qualsiasi cosa, anche crudele, per sentirsi vivi.
Invece chi viene maltrattato e non reagisce al proprio aguzzino, rischia di soffrire e di convincersi di non valere nulla, creando un circolo vizioso infinito.
Non sempre la soluzione migliore è la vendetta, che provoca soltanto ulteriore dolore. I giovani andrebbero educati al rispetto e all’amore per la vita e per tutte le creature che popolano la Terra. La nostra esistenza è un dono prezioso, come tutto ciò che trova Yuya sul proprio balcone.

È una storia amara, inaspettata, che fa riflettere e che mette i brividi.

In definitiva, My Capricorn friend è un manga originale e per niente scontato. I disegni sono particolari e al contempo graziosi. La caratterizzazione dei personaggi è abbastanza buona; se l’opera non fosse stata così breve, sarebbe risultata più incisiva.
Lo consiglio soprattutto a chi cerca una lettura emozionante, profonda e diversa dal solito.

COME SUPPORTARE IL BLOG ♥

☆ Lista Amazon

☆ PayPal

☆ Buy me a coffee

CONTATTI

☆ Mail: ellis91@mail.com

☆ Telegram: @Poison_91

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...