La Regina d’Egitto: l’occhio azzurro di Horus 1: le mie impressioni

regina 3

Un’affascinante manga storico ambientato nell’antico Egitto,  La Regina d’Egitto: l’occhio azzurro di Horus.

 

La Regina d’Egitto: l’occhio azzurro di Horus è un manga scritto e disegnato da Chie Inudoh. In Italia è stato pubblicato da JPop.

 

Hatshepsut, costretta inizialmente a sposare il fratellastro per permettergli di diventare faraone, passerà alla storia come una figura femminile caparbia e una grande regina. Questo è il racconto, ricco di emozioni, battaglie e colpi di scena, della sua scalata al potere.

 

 

La protagonista è Hatshepsut, figlia della regina Ahmes e del re Thutmose. Fa parte della famiglia reale, quindi deve sposarsi con il suo fratellastro, Seti.

Fin da ragazzina, Hatshepsut non si è comportata da vera principessa, preferendo trascorrere il proprio tempo a combattere contro Seti.

I suoi comportamenti sono insoliti agli occhi della società: tutti vorrebbe che fosse più femminile e interessata alla compostezza e all’eleganza, alla bellezza che dovrebbe, secondo la mentalità dell’epoca, rappresentare ogni donna. Nessuna principessa dovrebbe ambire al ruolo di re.

Odia il suo corpo, non riesce ad accettare di essere nata donna e di non avere la stessa forza e le stesse possibilità di un uomo. A differenza delle altre, non gli interessa farsi bella e piacere agli uomini, sono soltanto delle scocciature per lei.

Hatshepsut  si mostra gentile con tutti, anche con chi non è ricco o è un nemico della dinastia reale. Al contrario, il suo fratellastro nonché il nuovo re si dimostra spietato e insensibile. Quest’ultimo ha persino un harem.

Quando incontra Senmut, un plebeo che è diventato scriba da giovane, inizia una serie di duelli con lui, proprio come faceva con Seti in passato. Non si vergogna di mostrare le proprie debolezze all’uomo, che prende un’importante decisione…

 

regina 2

 

La protagonista femminile di questo manga è diversa dal solito. Si mostra forte, ma sa anche riconoscere le proprie fragilità. Sa che non potrà mai essere un uomo perché la società ha deciso per lei. Non può andare a combattere perché tutti vogliono che sia bella, sempre in ordine, con i capelli lunghi e il trucco sugli occhi. Per il bene dei genitori, deve sopprimere il suo lato da maschiaccio, trasformandosi in una bella donna con l’aiuto di Tabia, una danzatrice che è diventata sua amica, e delle ancelle. Deve fingere e indossare la maschera di moglie perfetta, non può essere se stessa, non può essere libera. Tuttavia, lei vuole decidere del proprio destino. Per questi motivi, si sottrae alla prima notte d’amore con il fratellastro, mantenendo intatta la propria purezza.

Ma Hatshepsut non è soltanto questo: lei è molto sensibile ed è interessata alle storie delle persone che non fanno parte della famiglia reale. Ogni giorno prega per le anime di coloro che, per qualche motivo, hanno perso il corpo.

Ha bisogno di un alleato per combattere la propria battaglia (diventare Faraone, rifiutando le imposizioni). Il lettore può notare che c’è chi non la sopporta e che vuole ostacolarla.

Il colpo di scena finale preannuncia un secondo volume ricco di emozioni e di avventure!

 

La Regina d’Egitto: l’occhio azzurro di Horus è un manga storico intrigante e disegnato bene. Come seinen è molto originale.

Lo consiglio a chi cerca un’opera profonda, divertente e al contempo particolare, a chi ama l’Egitto e anche a chi non è mai piaciuta la storia.

 

[Link per l’acquisto del primo volume su Amazon]

 

regina

 

Pro

La copertina è spettacolare;

La protagonista femminile ha grinta ed è caratterizzata bene;

È un’opera diversa dalle solite;

Tratta un argomento molto importante e, purtroppo, ancora molto attuale;

Ottimo rapporto qualità/prezzo.

 

Contro

Ci sono alcune scene di nudo. Non sono eccessive, ma a me non piacciono in modo particolare; 

Il personaggio principale maschile è abbastanza insignificante e non viene approfondito. Spero abbia anche lui una dietrologia profonda e che non sia soltanto un pessimo uomo.

 

 

Informazioni

Volumi: 7 (in corso)
Pagine: 189
Prezzo: € 6,50

 

Fonte trama e immagini: Amazon

 

☆ IMPORTANTE ☆

Se decidete di acquistarlo, vi chiedo di usare il mio link Amazon (basta mettere il prodotto nel carrello e comprarlo entro e non oltre 7 giorni). Non spendete soldi in più, tranquilli. Con i guadagni, potrò comperare altri libri e manga da recensire per voi!

 

☆ SUPPORT ME ♥

4 pensieri su “La Regina d’Egitto: l’occhio azzurro di Horus 1: le mie impressioni

  1. Un volume molto bello su Hatshepsut, l’unica donna faraone dell’antico Egitto, è:
    Christiane Desroches Noblecourt “La regina misteriosa”, un saggio ben scritto. 🙂 Buona domenica.

    • Proverò a cercarlo, grazie. Comunque lei mi piace tantissimo! ❤️ Spesso nei manga e nei libri i personaggi femminili non vengono caratterizzati bene, sono spesso troppo insipide. Sono contenta che ogni tanto si dia valore anche alle donne.
      Buona domenica!

      • Hatshepsut ha saputo affermarsi, senza dubbio… Ti svelo un segreto: dopo la lettura di quel saggio rimasi così affascinato da questa figura, che quando mi registrai su un forum di antico Egitto usai proprio il nome di Hatshepsut.
        Buona domenica anche a te!

      • Io ne sono già affascinata grazie a questo manga e ne vorrei sapere di più. Spero di riuscire a recuperarlo, allora!
        Buona serata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...