Recensione #32 – Graffi(ti)… di me e di te di Arianna Venturino

Graffi(ti)… di me e di te è un romanzo scritto da Arianna Venturino. È stato autopubblicato su Amazon ed è il primo volume della dilogia The scratches series.

 

51n51GxS8qL._AC_SY400_Può l’amore essere distruzione e salvezza allo stesso tempo?
Per Luna Farley, che di amore non ne ha mai ricevuto, era l’incognita più profonda.
Batterista in una band di strada Londinese, Luna era quel tipo di ragazza che avrebbe potuto metterti i piedi in testa e schiacciarti se avesse voluto.
In tutta la sua vita aveva solamente sofferto, ma ora era tutto diverso per lei, aveva la sua band, i suoi amici, i suoi tatuaggi e il suo carattere forte e niente l’avrebbe distrutta… o quasi.
Christopher Merrit era quel tipo di ragazzo che tutte le donne avrebbero voluto: Alto, moro, tatuato. Ma non era solo quello, Christopher era quel tipo di uomo che, a trent’anni, aveva visto la vita dargli una dura lezione e il suo cuore tenero ne risentiva.
Quando le loro strade prendono a unirsi in un susseguirsi di incontri casuali, i muri di Luna iniziano a sgretolarsi, dando vita a un dolore insopportabile, il dolore dei mostri di un passato che torna e che non se n’è mai andato.
Da un lato, Christopher non riesce a fare a meno di continuare a provarci con lei, nonostante i continui rifiuti.
Dall’altro, Luna sarà costretta a scegliere.
Cedere all’amore e alle proprie debolezze oppure rimanere al sicuro dietro la sua corazza?

 

Camden Town, Londra.

Luna Farley è la batterista degli Starshine, una band underground di Londra.

Vive in un appartamento insieme agli altri componenti del gruppo: Lesley, la cantante, Kimberley, la chitarrista, e Michael, che suona il tamburo rullante. I tre sono diventati la sua famiglia, quella che non ha mai avuto: a sette anni, infatti, è stata abbandonata dai genitori biologici e messa in un orfanotrofio, per poi essere adottata da una coppia ricca e arida, i signori Madison. Viene cresciuta senza amore e sfruttata; può ricevere affetto soltanto dal gatto di famiglia, Play, e dal suo cavallo.

I genitori biologici le hanno lasciato un’ingente somma di denaro, che può utilizzare dalla maggiore età. Al compimento dei diciotto anni e della morte del gattino, Luna scappa di casa e porta con sé il cavallo, che lascia in un ranch fuori città.

Con la musica cerca un riscatto, dopo aver vissuto per anni senza un briciolo di bene. È determinata a mantenere la felicità, stando alla larga dalle relazioni amorose. Si è costruita un muro per difendersi dalle sofferenze, dalle paure, dall’abbandono, a causa delle ferite del passato che non si sono mai rimarginate. Suonare la batteria è un modo per sfogarsi, per scacciare la rabbia repressa, per sentirsi libera, viva.

Apparentemente tranquilla, nasconde un animo ribelle, impulsivo, turbolento.

Un giorno decide di farsi un tatuaggio sul lato sinistro del collo: una stella intrecciata alla luna, il simbolo della band. Non contenta, si rade i capelli neri sempre dalla parte sinistra. Vuole cambiare anche il look, trasformarsi in una vera rock star. Luna e i suoi amici vanno da Primark, dove incontra Christopher (o meglio, si scontra con lui!)

Dopo il loro incontro/scontro, Luna lo incrocia spesso: lui è il grafittaro della zona e insegna ai ragazzini a fare arte.  Tra i due c’è una forte chimica, nonostante lei non voglia accettarlo. Ha paura di innamorarsi di Christopher e di soffrire ancora, quindi cerca in tutti i modi di allontanarlo, trattandolo male.

Quando il grafittaro sceglie di mettersi da parte, Luna cede e lo bacia. Il muro che ha eretto nel corso degli anni si sgretola e la felicità di questo primo amore bussa finalmente alla sua porta…

 

 

Graffi(ti)… di me e di te è una storia d’amore dolce e sofferta.

All’inizio Luna si mostra diffidente e acida nei confronti di Christopher, un bellissimo giovane uomo dai capelli scuri e gli occhi verdi. Lo fa per tutelarsi, perché i suoi genitori, biologici e adottivi, le hanno insegnato che non esiste l’amore nella sua vita. Ha paura di questo sentimento, come la spaventa un nuovo abbandono. È determinata, cinica, ma anche libera e spensierata con la sua musica. Ammira gli artisti di strada proprio per quel senso di libertà e felicità che trasmettono. Sta dalla parte dei più deboli, di chi è indifeso, proprio come un cucciolo di cane che è stato abbandonato in un cassonetto e che ha voluto salvare e ribattezzare House. Il conformismo le sta stretto per questo che ha deciso di rivoluzionare il proprio guardaroba e il proprio modo di suonare.

La band si è ritirata per alcuni mesi in modo da creare un nuovo arrangiamento, un nuovo sound distante da quello del passato, che reputavano troppo anonimo. Gli Starshine sono una famiglia: tutti, per un motivo o per un altro, se ne sono andati da casa o sono stati abbandonati dai genitori. Ci sono Leslie, che li ha persi entrambi a causa di un incidente stradale, e Mike, che è stato rinnegato a causa della propria omosessualità. Soltanto Kimberley ha scelto volontariamente di lasciare casa per condurre uno stile di vita più movimentato e inseguire il proprio sogno; al contrario degli altri, ha l’appoggio dei suoi.

Leslie ha i capelli rossi, è vanitosa e si sente una primadonna. Vuole sempre avere ragione e primeggiare. Si porta a letto degli sconosciuti incontrati nei locali e ha un atteggiamento da “pantera”. Il suo carattere presuntuoso si scontra con quello impulsivo di Luna, creando malumori, rancori e persino litigi all’interno del gruppo. È sempre la pacata Kimberley a doverle dividere e ascoltare la batterista, l’unica che riesca a capirla davvero. Ha i capelli biondi e lisci, gli occhi verdi e tanti tatuaggi e piercing. È una persona dolce, solare, delicata, con un lato hippie. Per aiutare a rilassare e calmare gli animi della band organizza sedute di yoga e di meditazione. A differnza di Leslie, frequenta soltanto Adam, un tipo calmo e poco appariscente, senza tatuaggi, borchie o qualsiasi altro accessorio.  Leslie aveva sentito suonare Kimberley e le aveva proposto di formare una band. Poco dopo si era unito a loro Michael e Luna si era aggiunta al trio da due anni. Mike è estroso, ossessionato dai muscoli e dalle palestre, che non vuole impegnarsi e che adora i social.

L’esistenza di Luna sta per essere stravolta, rivoluzionata. Per una volta sceglie di cedere all’amore e soprattutto capisce che la vita è una sola e non bisogna sprecarla, che non si può scappare dai sentimenti e soprattutto non si può rinnegare la felicità perché tutti la meritano.

Anche Christopher Merrit ha un passato doloroso alle spalle: sua sorella Alexandra si è tolta la vita e lui continua a colpevolizzarsi. Pensa che avrebbe potuto fermarla, salvarla. A causa del dolore, ha tenuto le donne a debita distanza, senza affezionarsi a loro e senza amarle davvero. Vorrebbe fuggire da se stesso, dai demoni che lo consumano. Tuttavia, gli occhi azzurri di Luna sono stati in grado di stregarlo. Sente che deve proteggerla, salvare un’anima fragile. È intenzionato a conquistarla con ostinazione, non si arrende neppure di fronte ai rifiuti e alla maleducazione della giovane donna.

Il percorso per ottenere la piena fiducia di Luna è insidioso, ma Chris è un tipo ostinato e soprattutto innamorato. Si rivela un fidanzato premuroso, attento ai desideri della sua amata.

È il proprietario del Lumière, una discoteca della zona, insieme a Logan, il suo migliore amico nonché coinquilino. Il lavoro gli porta via molte ore ed energie, soprattutto perché deve gestire il locale senza il suo amico, troppo interessato a uscire con altri uomini. È frustato perché non ha più tempo per insegnare a disegnare, la sua più grande passione. Invece Luna e gli Starshine possono suonare nel locale grazie a un contratto fisso, uno dei tanti modi che ha di dimostrarle l’amore che prova. La batterista ha fatto una promessa a Paola, una sua amica all’orfanotrofio di origini italiane: diventare una musicista. Le due si ritrovano a Camden proprio quando Luna decide di farsi un tatuaggio.

Il passato torna con prepotenza nelle vite dei protagonisti, che devono imparare ad affrontare paure, rimpianti, rimorsi e ferite aperte.

 

Un colpo di fulmine, un pericoloso gioco di sguardi e il destino danno  vita a un susseguirsi di eventi romantici e passionali, emozionanti e travolgenti. Il lettore prova dolore insieme ai personaggi, che sono tormentati, fragili e rotti.

Tutto sembra essere collegato, come i pezzi di un puzzle. Si compone e si scompone, in questo romanzo dolcissimo.

 

Arianna Venturino è riuscita a creare un personaggio femminile intrigante e differente dai canoni del romance: è imbranata e goffa, sì, ma non appare disperata e bisognosa. Si ingozza, soprattutto di pizza, fregandosene del peso e di apparire perfetta. Sono le fragilità che nasconde dietro un atteggiamento duro, apparentemente freddo e distaccato, e la sua forza di volontà a renderla interessante. Non è per niente scontata e rivela un’anima profonda e ribelle.

Anche i personaggi di contorno non sono male, soprattutto Paola e il suo vissuto difficile e sofferto.

È proprio il passato doloroso ad accomunarli, insieme al desiderio di riscatto e alla paura di essere felici.

L’autrice ci fa capire che tutti noi dovremmo lasciarci andare, abbandonare le nostre corazze e fare di tutto per distruggere le barriere che ci dividono, rincorrendo i nostri sogni e la tanto agognata felicità.

 

 

In definitiva, Graffi(ti)… di me e di te è un romanzo rosa tenero e fresco. Lo stile dell’autrice è acerbo, semplice, diretto e talvolta poetico. La trama è scorrevole, non risulta mai pesante, noiosa o complessa. C’è una buona dose di introspezione, flashback e azioni, mescolati sapientemente. Alcuni passaggi sono un po’ ripetitivi e li avrei rimossi o comunque li avrei mostrati e non raccontati (il famoso show don’t tell). Non mancano i colpi di scena. Il finale getta le basi per un secondo volume intenso e altrettanto coinvolgente. Anche se non ci fosse stato un seguito, lo avrei apprezzato lo stesso per la sua completezza.

Lo consiglio a chi ama le storie d’amore romantiche e struggenti, con qualche complicazione, a chi ha bisogno di una seconda possibilità o a chi, semplicemente, vuole sognare insieme a Luna e Chris.

 

 

[Link per l’acquisto del cartaceo su Amazon]

[Link per l’acquisto dell’ebook su Amazon]

 

All'amore che graffia il cuore.

IMG_20200704_162309~2

Questa è la prima cover.

 

(Fonte immagine e trama: Amazon)

 

 

☆ IMPORTANTE ☆

Se decidete di acquistarlo, vi chiedo di usare il mio link Amazon (basta mettere il prodotto nel carrello e comprarlo entro e non oltre 7 giorni). Non spendete soldi in più, tranquilli. Con i guadagni, potrò comperare altri libri e manga da recensire per voi!

 

☆ SUPPORT ME ♥

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...