Day 89 – I’m mixed up, I’ll be blunt; now the rain is washing you out of my hair and out of my mind

Buonasera a tutti!

Oggi ho iniziato a lavorare come addetta alle pulizie di un piccolo condominio in un paesino qua vicino. Mi sono svegliata alle 8 e sono uscita di casa poco prima delle 8.40; sono andata lì in bici e sono arrivata a destinazione alle 8.50. Ho suonato il campanello alla signora e lei è scesa, mi ha mostrato di nuovo cosa avrei dovuto fare e mi ha pagata. C’ho messo due ore, ho finito alle 11.10. Prima di andarmene, ho restituito la chiave del portone che mi aveva dato la signora al suo vicino di casa, che mi ha ricordato di tornare a fine mese. In realtà dovrei pulire anche per un ragazzo, quindi sarebbero tre volte al mese. Alle 11.15 sono partita da lì e alle 11.30 ero già a casa. Ho letto un capitolo del romanzo “Io sono il messaggero”; poi ho fatto un po’ di spazio sul computer cancellando foto o video e nel mentre ho ritrovato anche le foto che mi aveva passato Lui di noi due insieme (mi ha fatto male rivederle!) Ho pure modificato alcuni scatti di Udine, ascoltando per tutto il tempo Remembering Sunday, una canzone che mi aveva dedicato un ragazzo che ora non c’è più. L’unico che mi abbia mai amata.
Quando è tornata a casa mia mamma, sono andata a fare la spesa con lei. Non è stato facile passare per il parco in cui siamo stati io e Lui la prima volta. Non è facile andare avanti. Pensavo che sarebbe bastato provare a pensare a un altro ragazzo, ma era solo disperazione e bisogno di attenzioni, quelle che non mi sta dando Lui o forse non me le ha mai date veramente.

Nel pomeriggio ho oziato. Ho guardato per l’ennesima volta alcuni episodi di The Big Bang Theory. Mi sono emozionata per la terza o quarta volta in una scena tra Leonard e Penny legata al romanticismo. Le lacrime sono scese in un modo naturale e sono stata anche peggio di questa mattina.

“I bei pensieri sono quelli che hai ogni giorno tu per me”

“Hai conservato tutte queste cose?”
“Ma certo che l’ho fatto, sono tue”

Poi ho letto ancora un po’ e ho contato tutti i soldi che ho a casa. Quanto vorrei averne di più (in contanti e tra i risparmi) per trasferirmi.
Non mi sono sentita con nessuno oggi e non credo che lo farò dopo cena. Ho risposto solo al messaggio che mi aveva scritto l’amico che mi ha accompagnata a Udine e qualche commento sul mio profilo. Mi sento un po’ triste e sola. Ho bisogno di contatto fisico. Ma passerà anche questa delusione, come tutte le altre. Una più o una meno non fa differenza, no?

Nel fine settimana penso che mi metterò a cercare altri lavori. Ho voglia di massacrarmi, guadagnare ulteriormente e non pensare a nulla. Mi spiace solo per quella poca vita sociale che avevo. Ma devo trovare un modo per andarmene.

Spero che a voi vadano meglio le cose! Vi abbraccio forte forte. Grazie per leggermi con tanta passione. A presto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...